L’isolamento telematico dell’Iran, “Sarà un caso…”.

E’ arrivata una mail di JoeCHIP indirizzata a me  e a agli altri oscuri membri di un undisclosed-recipients(*). La posto perche è interessante  e rende l’idea di come diluito nella cagnara mediatica spesso l’essenziale sfugga. Essenziale a capirci qualcosa , perché è ovvio che anche sapendolo non cambia nulla.

[“Sarà un caso” da JoeCHIP]:
[1]Another undersea cable was taken offline on Friday, this one connecting Qatar and UAE. ‘The [outage] caused major problems for internet users in Qatar over the weekend, but Qtel’s loss of capacity has been kept below 40% thanks to what the telecom said was [2]a large number of alternative routes for transmission. It is not yet clear how badly telecom and internet services have been affected in the UAE.’ In related news it’s been confirmed that the two cables near Egypt [3]were not cut by ship anchors.” notes that despite the language in the article indicated a break or malfunction, the cable wasn’t cut. It was taken offline due to power issues.

1.www.arabianbusiness.com
2.economictimes.indiatimes.com/
3.ukpress.google.com/

Quattro cavi oceanici [4]tagliati o messi fuori uso nell’area del golfo nel giro di [5]pochissimi giorni.

4.www.marketwatch.com/
5.www.guardian.co.uk/

Sarà un caso… E’ sicuramente un caso anche il fatto che l’IRAN sia ormai [6]tagliato fuori dalla rete… Sarà un caso che il Pentagono ha da poco dichiarato che ormai in ogni azione di guerra la rete [7]va trattata alla stregua di qualsiasi altro “sistema di attacco nemico”… Sarà un caso… o non sarà mica la prova generale…? Sarà che nessun politico americano può permettersi -credo- di far partire una nuova guerra con le elezioni alle porte…ma quanto dureranno mai queste elezioni? O non sarà mica che l’america ha sempre lo stesso modo per superare le [8]recessioni: economia giù, guerra su (e che sarà in crisi pesante per almeno due trimestri è una cosa che [9]tutti gli analisti del mondo stanno mettendo nel conto) …

6.http://www.internettrafficreport.com/asia.htm
7.http://www.globalresearch.ca/
8.http://www.finanzablog.it/post/
9.http://www.ilsole24ore.com/

Sarà…. ma che ci frega a noi? Abbiamo cose piu’ importanti da seguire noi! Noi abbiamo [10]”Lady Mastella” che va da padre pio, [11]la chiesa che vuole abolire l’aborto, [12]un governo che non c’e’ piu’ e nessuno ha notato la differenza, [13]l’inter che ha preso posto il posto della juve nel cuore degli arbitri(**), e [14]Mara Carfagna che si candida a nuovo governatore della campania… non è che possiamo stare seguire anche queste piccole cose…

10.http://www.corriere.it/
11.http://www.corriere.it/
12.http://www.corriere.it/
13.http://www.corriere.it/
14.http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/

...e alzi la mano chi non ha pensato d’aprire il link di mara carfagna prima di quello del sole 24ore!! Ne riparliamo dopo l’attacco. ;-)(***)”  [fine mail]                                                       


E’ come se si volessero insonorizzare due civiltà: una la si condanna al silenzio, l’altra al chiasso.

Post Sriptum: Mi viene da aggiungere che proprio ieri Ahmadinejiad aveva previsto la  grande giornata celebrativa della tecnologia di regime premendo personalmente il pulsante di accenzione del primo razzo spaziale iraniano ad uscire dall’orbita terrestre.  Nei giorni in cui la  propaganda degli Ayatollah  celebra  la tecnologia nazionale come figlia virtuosa della rivoluzione islamica, l’Iran viene estromesso dalla tecnologia dei nostri tempi per eccellenza.

(*)Io i membri degli undisclosed-recipients me  li immagino  tutti riuniti coi loro cappucci da massoni a spiare le mie reazioni alle mail. Lo so’ benissimo che non possono leggere nemmeno le mie risposte e che probabilmente alcuni di loro non sono neppure massoni, però io me li immagino così.

(**)Questa è un’infamia infondata sparsa in giro da Lapo Elkan, la riporto soltanto per fedeltà al testo originale. N.D.Aramcheck

(***) Una simile carica pubblica sarebbe il capolavoro finale del surrealismo  politico italiano, l’ultima grande forma d’arte rimasta nel paese. N.D.Aramcheck