Non solo pompini.

Io a quella manifestazione c’ero. Senza bandiere e senza gruppi di appartenenza ero accompagnato soltanto dalla mia bicicletta. Si e’ trattato di una manifestazione plurale di opposizione a questo governo con interventi di tono, orientamento e spessore politico diversi. Ci sono stati (oltre alle pietre dello scandalo) interventi precisi sull’incostituzionalita’ di certe norme e interventi accorati come quello qui sopra di Moni Ovadia, in difesa dei valori antifascisti e democratici.

Non ci sto bene in una piazza dove sventolano anche bandiere del PD, non ci sto bene affatto.

Non c’erano pero’ soltanto quelle, la presenza piu’ massiccia era quella dell’IDV, poi  c’era di tutto dalla sinistra ex-parlamentare a quella extra-parlamentare per scelta, c’erano quelli di Grillo e quelli delle piu’ disparate associazioni. C’era il PMLI e c’era il democristiano anti-berlusconiano. C’era perfino il tizio solitario in bicicletta.

Trovo non sia un caso che al di la’ di Papi e Pompini il tavolo sia saltato sugli unici tre interventi che hanno accusato Veltroni di essere il primo alleato (nemmeno troppo involontario) di Berlusconi, attaccando l’opposizione parlamentare quasi quanto (Travaglio, Guzzanti) o tantoquanto (Grillo) il governo. L’Unita’ della manifestazione sul palco salta sull’appoggio alla pseudo-opposizione parlamentare del PD, non sui pompini. Non a caso chi resta in mezzo e’ Di Pietro.

In quella piazza c’era troppa roba diversa? Dipende dalla posta in palio.

Se si vuole formare un governo si’, c’e troppa roba.

Se si vogliono affermare o difendere i valori della democrazia e della Costituzione Repubblicana e sensibilizzare l’opinione pubblica verso derive  razziste e fascistoidi, allora no: avrei voluto vederci anche piu’ roba in quella piazza.

La resistenza partigiana si estendeva dai comunisti rivoluizonari a Edgardo Sogno (monarchico).

Non si e’ parlato di soli pompini e non vorrei che nel pieno di una deriva fascistoide qui si stesse perdendo troppo tempo a discutere su Claretta Petacci.

23 thoughts on “Non solo pompini.

  1. utente anonimo ha detto:

    Visto il coro di consensi contro gli animatori di Piazza Navona, senza voler essere allarmista, a questo punto io comincerei a temere per la vita di qualcuno.

  2. upuaut ha detto:

    Di qualcuno chi? (“senza voler essere allarmista”, poi… quando sei allarmista che dici? :D )

    Beato te che c’eri, aramcheck. E’ proprio cosi’: siamo in mezzo a una deriva fascistoide e qui si parla delle Clarette. Anzi, meglio: fanno di tutto perche’ si parli delle Clarette (cosi’ il resto passa in secondo piano), per poi potersi fintamente scandalizzare quando in effetti la gente ne parla.
    In effetti l’unica cosa che posso rimproverare alla Guzzanti e’ di esserci cascata, in un certo senso: e’ assolutamente vero che l’assegnazione del ministero delle pari opportunita’ alla Carfagna sia uno scandalo, uno schiaffo in faccia a tutti gli italiani, a tutte le donne in particolare; ma e’ anche vero che e’ stata messa li’ apposta, per fornire spunti di chiacchiera e distogliere da cose ben piu’ importanti.

  3. upuaut ha detto:

    Di qualcuno chi? (“senza voler essere allarmista”, poi… quando sei allarmista che dici? :D )

    Beato te che c’eri, aramcheck. E’ proprio cosi’: siamo in mezzo a una deriva fascistoide e qui si parla delle Clarette. Anzi, meglio: fanno di tutto perche’ si parli delle Clarette (cosi’ il resto passa in secondo piano), per poi potersi fintamente scandalizzare quando in effetti la gente ne parla.
    In effetti l’unica cosa che posso rimproverare alla Guzzanti e’ di esserci cascata, in un certo senso: e’ assolutamente vero che l’assegnazione del ministero delle pari opportunita’ alla Carfagna sia uno scandalo, uno schiaffo in faccia a tutti gli italiani, a tutte le donne in particolare; ma e’ anche vero che e’ stata messa li’ apposta, per fornire spunti di chiacchiera e distogliere da cose ben piu’ importanti.

  4. upuaut ha detto:

    Ooops, che e’ successo? Cancella, cancella! :P

  5. crystalbeach ha detto:

    che si fottano beppe grillo sabina guzzanti michele serra nanni moretti e di pietro qui ce lo stanno mettendo in culo senza vasellinna B A ST A F O T TE V E VI, BRUTTTI FASCISTI DI MERDA. PARTECIPAZIONE PARTECIPAZIONE PART5ECIPAZIONE PARTECIPAZIONE CAPACITà DI SCELTà CA A A A A A A A A AZ Z Z Z Z Z Z Z Z Z ZO O O O O O O O O O O CO O !!!!!!!!!!!!!

  6. crystalbeach ha detto:

    BISOGNI E NECESSITà BISOGNI E NECEWSSSITà PRIMA DI MORIRE RICORDare

  7. utente anonimo ha detto:

    @upuaut
    Non lo so, una sensazione. Ho visto persone esposte ed indifese dire cose dure e sgradevoli alla chiesa, alle istituzioni, al governo ed alla sua ala sinistra (PD), ed ho pensato che sarebbe facile mettere ‘simbolicamente’ a tacere qualcuno, dopo che già i media hanno nei fatti zittito tutti. In fondo, in questo paese, è in atto da quindici anni un golpe strisciante, e mi pare che i tempi siano maturi per il colpo finale. Ma che c’è, ho detto qualcosa che non va?

  8. Aramcheck ha detto:

    @RaffRag:che sarebbe facile mettere ‘simbolicamente’ a tacere qualcuno

    A che pro? Non serve a nulla, bastano e avanzano delegittimazione, criminalizzione, censure, censurine e attacchi mediatici. L’obbiettivo e’ un potere abbastanza esteso da portarne avanti incerti interessi, e ce l’hanno senza alcun bisogno della violenza fisica. Non hanno motivo di sentirsi minacciati dalla Guzzanti o da chicchessia.

    un golpe strisciante

    Strisciante appunto. I gesti eclatanti non servirebbero a nulla.

    Ma che c’è, ho detto qualcosa che non va?

    No, tranquillo.

    @crystal: CA A A A A A A A A AZ Z Z Z Z Z Z Z Z Z ZO O O O O O O O O O O CO O !!!!!!!!!!!!!

    Crystal, ti sento un poco amareggiato… (cit.)

    @upu: rimproverare alla Guzzanti e’ di esserci cascata

    Ha giocato, sfogandosi, sulle maldicenze di palazzo (e la questione Carfagna non e’ l’unica). Una caduta di stile inutile e c’e’ chi non aspettava altro. Se ne e’ gia’ parlato fin troppo, perche’ fa comodo cosi’.
    Peccato perche’ anche l’intervento della guzzanti era ben piu’ lungo e c’erano parecchi riferimenti interessanti: dalla denuncia dell’omofobia dilagante alle intercettazioni D’Alema-Fassino-Consorte (altro che pompini…)

  9. uthertepes ha detto:

    @utente anonimo.

    Quale colpo finale? Ancora stiamo aspettando il colpo finale?
    Qui con una goccia di veleno al giorno ci hanno anestetizzato anche a berlusconi e non ce ne siamo accorti, altro che colpo finale.
    Non ce n’è bisogno di colpi finali, siamo ampiamente nel finale….

  10. utente anonimo ha detto:

    @aramcheck

    No, tranquillo.

    Sono assolutamente tranquillo

    @uthertepes

    Suvvìa, insomma, dài. Usavo un eufemismo… In fondo siamo ancora in una repubblica costituzionale il cui presidente saprà pur bene cosa fare… o mi sbaglio?

  11. Ucalcabari ha detto:

    mica per mettere a tacere qualcuno c’è bisogno di qualcosa di eclatante…

    In tal senso l’incidente stradale è un classico

    Televideo ultim’ora :
    29/08/2005 0.33 BRINDISI
    Morti in un incidente stradale entrambi i genitori del Gip Clementina Forleo. Ferito un amico di famiglia.

  12. upuaut ha detto:

    Una caduta di stile inutile e c’e’ chi non aspettava altro.

    No, io non penso affatto che si sia trattato di una caduta di stile, anzi…
    Ci ho scritto su un post, proprio sulla questione dello stile (e ti ho pure linkato).

  13. utente anonimo ha detto:

    @upuaut

    ti ho risposto sul tuo blog. Hai fatto benissimo a precisare.

  14. Aramcheck ha detto:

    No, io non penso affatto che si sia trattato di una caduta di stile, anzi…

    Upu ho letto il tuo (bel) post, la caduta di stile non sta nel parlare in generale di pompini e nemmeno nel dire che la Carfagna li’ non ci doveva stare o che e’ un pessimo ministro (cose entrambe vere), sta nel fare riferimento ad un episodio specifico grave come ottenere il posto di ministra come “pagamento” per i pompini al premier dandolo per certo quando, ad ora, non ce ne e’ prova. Per il resto dell’intervento la mia solidarieta’ alla Guzzanti e’ piena, su questo fatto specifico secondo me ha sbagliato (non serviva) ma se la vedra’ in tribunale con la ministra e si difendera’, tutto qua.

    Poi e’ chiaro che sentir starnazzare all’unisono la solidarieta’ alla “Carfagna come donna” da tutte quelle forze politiche che non hanno aperto bocca quando in campagna elettorale il premier ha offeso “come donne” milioni di precarie, invitandole ad infilarsi nel letto del capo per ottenere un posto fisso, fa vomitare. Fa davvero vomitare.

  15. utente anonimo ha detto:

    Per mettere fine a questa storia, vi propongo di leggere qui

  16. upuaut ha detto:

    Mah, per me si tratta piu’ di una questione tattica che altro.
    Riguardo al fatto che non ci siano prove del famoso pompino, e’ abbastanza irrilevante: la satira non si fa sulle prove, si fa anche sui si dice, se sono sufficientemente consistenti, o lampanti. E dai, basta guardare per capire che c’e’ qualcosa che non va: fino a due anni fa la signorina faceva televisione e poco altro, ora e’ ministro.Non mi si venga a dire che sta li’ per meriti politici ed esperienza istituzionale, per favore…
    Questa e’ ottima materia di satira, che ci siano le prove o no. E ci mancherebbe pure che chi fa satira debba aspettare di avere le prove, dai… :D
    Poi, certo, se la signorina le fa’ causa se la vedra’ in tribunale, ma lo sapeva fin da principio, che correva questo rischio, e anzi la ammiro perche’ ha accettato di correrlo.
    Detto questo, continuo pero’ a pensare che la ministra figa sia stata messa li’ a bella posta per creare il “caso” e distrarre da cose ben piu’ importanti. Ed e’ solo questo, dal mio punto di vista, l’errore tattico di Sabina. Solo questo, e nient’altro.

  17. uthertepes ha detto:

    @anonimo

    Suvvìa, insomma, dài. Usavo un eufemismo… In fondo siamo ancora in una repubblica costituzionale il cui presidente saprà pur bene cosa fare… o mi sbaglio?

    Capisco. Ma è lo stesso presidente che stava alla prima dell’opera mentre gli operai della Tysshen stavano agonizzando nei letti di ospedale?
    Pertini sarebbe stato al loro capezzale…altro che “prima”…
    Sarò pessimista ma non confido + nemmeno nel Presidente…

  18. utente anonimo ha detto:

    @uthertepes

    Infatti, era ironico.

  19. Scacchino ha detto:

    Ooooh, Aramcheck mi dai sempre delle gran soddisfazioni. Non faccio in tempo a scrivere il mio ultimo post che tu commenti all’uopo. Sì, nessuno lo dice, ma il vero errore di Guzzanti è stato dire ciò che non si sa e farne uno strumento di lotta politica. Perché quella, a mio modo di vedere, non era satira. E’ un punto di vista personale; evitiamo la querelle su cosa sia satira e cosa no, ne ho abbastanza dall’esame di Storia dei generi letterali, e comunque, forte di studi di teoria letteraria, garantisco che ogni definizione di satira (come di letteratura) è incompleta ed inesauriente, quindi non accapigliamoci su questo.

    Quella non era satira, era un urlo incattivito ed indignato che non voleva essere arte, ma slogan. Tipo “abbasso i puttanieri”. E lo slogan, che già di suo mi fa paura, se è un’offesa, andrebbe comprovato. Avessimo avuto le intercettazioni avrei seguito la bandiera degli antifellatii con gioia e passione. Così è stato proprio un ben inelegante seppuku.

  20. Aramcheck ha detto:

    Perché quella, a mio modo di vedere, non era satira.

    Vabe’ allora ti esterno la mia complessa congettura su cosa fosse in realta’ quello sfogo.

    Diciamo che a me parevano voci da bar.
    Il bar del Senato, per la precisione.

    La questione del pompino era accompagnata da “asserzioni” piu’ che da battute sul fatto che in quell’ambiente tutti pippano la cocaina e che B. si strafa’ di Viagra al punto che i suoi collaboratori lo chiamano il Presidente Vasodilatato.

    Ricordo che il padre di Sabina e’ uno di quei collaboratorii e che la ministra indignata nella nota ufficiale minaccia: “azioni legali contro la figlia del senatore di Forza Italia Paolo Guzzanti“, lanciando una chiara frecciata.

    Le voci (magari false) sono raccolte negli ambienti giusti e la Guzzanti che ne e’ a conoscenza sbotta, schifata da tali ambienti, e le racconta in pubblico.

    Ma una voce di corridoio non e’ un atto giudiziario e una maldicenza non e’ satira (ma hai ragione tu, non entriamo nel merito di cosa lo sia), non in quei toni.

    E’ una congettura e magari sbaglio.

    Come scritto sul blog di Upu, io sto con Pasquina, ma non riesco a non muoverle questo appunto.

    Così è stato proprio un ben inelegante seppuku.

    Perche’ il clima culturale e l’ignavia dei leader politici a cominciare dal PD (che ripeto non si incazzarono cosi’ quando B. insulto’ milioni di ragazze) permettono che sia diventato un harakiri, io non avrei dato tanto peso alla questione e in quella piazza ci tornerei.

    Mi e’ piaciuta a questo riguardo la posizione di Oliviero Beha, anche se secondo me non centra il problema del conflitto tra il PD e le forze civili di opposizione (vera) presenti in piazza (in tutte le loro diparate e su altri punti antitetiche espressioni).

  21. Scacchino ha detto:

    Ho scritto “letterali”. Che pirla.

    Comunque: anch’io sto con Pasquina, se significa affermare il diritto all’indignazione, alla volgarità, sventolare la bandiera di Aristofane ed Eschilo Eschilo che qui si Sofocle, ma attenti che le scale sono Euripide, se no Tucidide.

    Concordo sulla pochezza prima di tutto culturale che costringe la dirigenza del PD alla levata di scudi a bocca storta contro “l’antipolitica e il qualunquismo”.

    Trovo interessantissima la tua teoria di comunicazione padrefiglia.

    Non c’era bisogno, proprio non c’era bisogno di questa zappata sui piedi, ed immagino concorderai con me che c’erano (e ci sono state in effetti) molte cose più interessanti e concrete su cui versare il proprio acido muriatico.

  22. Aramcheck ha detto:

    ed immagino concorderai con me che c’erano (e ci sono state in effetti) molte cose più interessanti e concrete su cui versare il proprio acido muriatico.

    Sì era cio’ su cui verteva il post e in realtà lo si è anche fatto, lo ha fatto la stessa guzzanti, ma poi tutto è finito nell’imbuto…

  23. idiotaignorante ha detto:

    http://idiot[..] L’incredibile leggerezza dell’essere (mongospastici) Pare sia ufficiale, lo dice pure Nanni Moretti. Esistono due Italie, inutile girarci intorno, differenziate per usi, costumi, cultura, genoma. Una, la maggioranza, è l’Italia barbarica, [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...