Grandi maestri del surrealismo: Whatsamericanwalter e il diritto di voto del feto.

Uther, anche se non credo se lo auguri, sostiene che alla fine sarà Veltroni a vincere. Ne è convinto per due motivi: il fascino che il marketing politico basato su Obama e sul Democratic Party USA puo’ esercitare sull’elettore italico e il ritorno dell’astensionismo di destra.  Non so quanto la mossa politico-pubblicitaria  possa portare voti al PD, ma in genere su questo terreno il loro avversario è piuttosto scaltro.  Per quanto riguarda l’astensionismo invece credo che proverrà soprattutto da sinistra: saranno le elezioni in cui vanno a votare soltanto i tifosi irriducibili e stavolta qualche elettore di sinistra si accorgerà finalmente che il PD è in realtà un partito di centro cerchiobottista. Se ti dimentichi l’antifascismo nello statuto e tra i padri fondatori citi Craxi e non Berlinguer, prima o poi nei feudi rossi finisce che qualcuno s’incazza. Il motivo principale però per cui dubito che Walter possa vincere è che ritengo che politicamente sia un fesso. Avrebbe potuto dare qualcosa a Casini e Fini a dicembre, quando si erano rivoltati momentaneamente contro il padrone, contribuendo a spaccare definitivamente la CDL.  Invece per cancellare una legge elettorale indegna si è seduto al tavolo con chi quella legge l’ha scritta, voluta, approvata a colpi di maggioranza e usata contro la sua parte per pareggiare delle elezioni che sembravano perse. Walter ha  voluto regalare al neonato PD il suo primo grande inciucio, dimostrando di non essere diverso dai suoi predecessori e, visto come è andata a finire, di essere sostanzialmente un fesso.

E i fessi non vincono mai, in genere li mettono lì proprio per questo.

Walter voleva fare il bipartitismo all’americana.Il candidato kennediano del PD è talmente americano che dopo aver riproposto  il We Can di Obama, ieri si è messo a piangere come la Clinton. La prossima settimana probabilmente comparirà vestito da reduce del Vietnam in omaggio a McCain e qualora Obama dovesse reggere in Texas, probabilmente mediterà sull’opportunità di diventare negro.

La sera prima Walter era andato in TV a dire, tra le altre cose, che la politica deve uscire dalla sua dimensione televisiva, e che troppo si è parlato di televisione negli ultimi anni. Naturalmente il giorno dopo i suoi sgherri si scannavano sui giornali con quelli di Forza Italia, per chi avesse fatto più share tra lui e Berlusconi. I motivi per cui lo share di  due puntate di Vespa sia un dato completamente inutile a quasiasi tipo di analisi statistica o politica, sono talmente numerosi ed evidenti che non  vale la pena neppure elencarli. Del resto opporre argomenti logici in un contesto surrealista è il primo errore da evitare. Si fa la tipica figura di quello che non capisce l’arte.


L’altro grande protagonista della campagna elettorale è talmente surrea
le da non esserci neppure: il feto. Mentre il cardinal Bagnasco spiega al regista  Grimaldi come deve essere girata una scena di sesso, la polizia irrompe in un ospedale per distruggere una donna già provata da un aborto e, quasi nello stesso istante, nasce la lista pro-life, “Aborto? no grazie.”. Sono convinto che Ferrara debba essere lasciato libero di non abortire se un giorno decidesse di mettere al mondo quello che ha nella pancia ma, a parte Giovanni Lindo Ferretti e la redazione di  Radio Maria,  non capisco chi possa decidere di votarlo. Vorranno  dare il diritto di voto ai non nati entro il quinto mese? Ferrara che non so se sia intelligente quanto dicono ma è di certo furbo, mira forse a ottenere qualche appoggio privilegiato dalla Chiesa, del resto il Nostro ha sempre mostrato un fiuto non indifferente per scegliersi le protezioni. Più probabilmente però vuole soltanto essere della partita per poter spostare il pallino del discorso dentro le mutande delle donne, in modo da distrarre la platea quando il padrone dirà qualche stronzata.

Intanto oggi si è guadagnato alcune prime pagine  sui quotidiani on-line  a causa del  rifiuto  di discutere di aborto con Pannella in TV. Lui che  la riempie anche fisicamente tutti i giorni, adesso dice che la TV è un mezzo di comunicazione antiveritiero.

Gran surrealista Ferrara, da sempre.

8 thoughts on “Grandi maestri del surrealismo: Whatsamericanwalter e il diritto di voto del feto.

  1. crystalbeach ha detto:

    Io sono convinto che vincerà berlusconi. Ho una mia teoria che vi espongo. Entro meno di cinque anni ci sarà un unico grande partito che vedrà insieme berlusconiani e veltroniani insieme a ferrara e a tutti gli altri democristiani. Credo che Veltroni sia stato colui che più di ogni altro ha contribuito a far cascare prodi e a far si che la riforma elettorale non si facesse. Questo per far vincere berlusconi e fargli gestire il prossimo periodo di crisi internazionale. Ma avendo ormai a carte scoperte lo stesso programma il prossimo governo non durerà l’intera legislatura e dopo la riforma elettorale i due, veltroni e berlusconi, si metteranno daccordo per comandare per almeno buoni vent’anni. Già ora chi ha visto berlusconi e veltroni a porta a porta e poi dalema e tremonti si è accorto che dicono tutti le stesse inutili cose. Ritorneremo indietro e ci sarà un nuovo partito grosso di sinistra e ci sembrerà di respirare aria fritta che sa di anni 80′, questo fin quando una nuova generazione non comprenderà le regole di questo videogame e non comincerà a distruggere tutto.

  2. uthertepes ha detto:

    Come suggerisci all’inizio non mi auguro che vinca Walter.
    Non mi auguro che vinca qualcuno, a dirla tutta.
    Credo che andrò a votare solo per disegnare una falce e martello e metterci la croce sopra.

    Detto questo ti dico xkè credo che l’astensionismo sarà soprattutto di dx.
    Sono convinto che il popolo di sinistra (compresi quelli che votavano diesse o margherita e si proclamano di centro sx) è un popolo incline a “sognare” (molto discutibile con questi figuri) ma tant’è (almeno credo valga per molti).
    Quindi magari se ne vergogneranno, magari non lo diranno, ma molti daranno il voto a Walter…xkè sotto sotto ci credono…(o gli credono).
    A destra credo che se la sentano talmente “calda” che in molti se ne staranno a casa.

    Magari sbaglio…

  3. Aramcheck ha detto:

    @Crystalbeach, Uther: Secondo il taxista leninista l’unico che vincerà di sicuro è Casini. Corre da solo e correndo veloce potrà prendere una bella rincorsa per saltare sul carro del vincitore…

    Sulla vicenda astensionismo mi piacerebbe tornarci.

  4. crystalbeach ha detto:

    Ragazzi tranquilli presto ci risveglieremo e vedremo totti presidente del consiglio e lotito vicepresidente e rosella sensi ministro della cultura e aramcheck presidente della repubblica e joe chip che distribuisce strane caramelle gratutite fuori dai licei e università e lilith che farà l’inviato dell’onu per questo assurdo stato delle banane oppure gli date qualche ministero giusto per le quote rosa ;-) io nel frattempo emigro su k-pax

  5. lilith979 ha detto:

    ma proprio a me l’onu?
    che ti ho fatto di male crystal ;)

  6. kelebek ha detto:

    Ho fatto un link ad Aramchek sul mio blog.

    Miguel Martinez

  7. crystalbeach ha detto:

    Vabbè Lilith presidente del consiglio, totti regala caramelle strane davanti ai licei e all’università e secondo un piano dell’infanzia unicef anche davanti agli asili nido e joe chip importa cose buone dall’afghanistan ;-)

  8. Aramcheck ha detto:

    @MiguelMartinez: Grazie, lo leggo spesso ed è un piacere :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...